giovedì 9 maggio 2013

Una raccolta per San Valentino adatta a tutte la stagioni!


C’è amore nell’aria

Di Monica Lombardi- Giulia D’alessandro- Miriam Tocci- Maria Cristina Robb

Editore: Spinnaker DG BOOKS

Acquistabile in esclusiva digitale qui :

Trama:

La stagione dei glicini, La musica del cuore, Backstage in love, Un amore sui pattini.

 L’amore è sguardi, parole, musica, profumi. Difficile contenerlo, difficile definirlo, lo porta il vento, lo trasportano le note di una canzone. Sconfina, sbaraglia, soffia, conquista. Può essere ovunque: sul palcoscenico di un teatro, su una pista di gara, può aspettarti fuori dalla porta di casa o celarsi in un dipinto. Basta saperlo vedere, basta saperlo ascoltare. Perché c’è amore, nell’aria.

Commento:

Cosa succede quando c’è amore nell’aria ? Beh, è semplice: tutti lo respirano, volenti o nolenti!
E’ quel che accade ai protagonisti di questi 4 racconti, che non hanno certo l’obiettivo di “accasarsi”, anzi, talvolta si oppongono con forza a palesi attrazioni. Ma non c’è verso: quando l’amore è nell’aria  non si può fare niente, priorità, dubbi e forza di volontà non possono vincere!

Non ho preconcetti, amo romanzi lunghi e brevi, storici e contemporanei, non disdegno il paranormale, anche se non lo adoro, l’unico requisito che di solito cerco è una nota rosa, un pizzico di romanticismo. Però sono pignola  ed esigente e valuto ogni particolare, trasalendo se quel che leggo non è di buon livello!

Secondo me, la difficoltà nella gestione di un racconto breve è elevata quanto quella di un romanzo lungo, in modo diverso, ovviamente.

Se nel romanzo lungo ci vuole talento narrativo per non annoiare il lettore, intelligenza nel mantenere coerenza e credibilità lungo tutta la trama, capacità nel dipingere personaggi psicologicamente profondi,  così nel romanzo breve è necessario essere  talentuosi nell’afferrare immediatamente la scena più stimolante, che catturi il lettore e lo interessi da subito, essere abili nella gestione dei dialoghi rendendoli incisivi e brillanti, ma, soprattutto, essere dei veri equilibristi nel saper presentare una storia intensa, credibile, completa  eppure veloce e folgorante: vi assicuro che in poche pagine non è semplice ed ho visto talentuose penne in un campo cadere rovinosamente nell’altro.

L’obiettivo in quest’antologia è stato raggiunto da tutte quattro le autrici: le storie sono romantiche e commuoventi, profonde ed intense seppur brevi e molto diverse tra loro, possedendo, ovviamente, ognuna, le proprie peculiarità e il proprio stile, caratteristico e riconoscibilissimo : si sa che più gusti son sempre meglio di uno!

Il risultato è notevole: non sono riuscita a staccarmi un attimo dalla lettura!!!

Il mio cuore ha sussultato più volte e mi son ritrovata a tifare intensamente per il lieto fine, che, nel romance è obbligatorio, ma quando ben strutturato, mai scontato e sempre sorprendente. 

Insomma ho terminato la lettura sazia ed appagata, senza il retrogusto amaro che avrebbero lasciato al mio severo palato trame non sviluppate pienamente o superficiali.

A quando la prossima collaborazione?

 

 

1 commento:

  1. Maria Cristina Robb11 maggio 2013 03:55

    Grazie mille per le belle parole. Scrivere un racconto non è sempre facile proprio per le ragioni che dici tu. Cercare di rendere una storia in poche pagine è sicuramente più difficile che in un romanzo e sono contenta che i nostri racconti ti siano piaciuti.

    RispondiElimina